Che belle giornate!!!!

Siamo tutte stanche ma felici!

Ma andiamo per ordine.

Si carica la macchina e si parte per allestire lo stand che avrebbe ospitato le Tacchine d’Italia e non solo

Fa caldo, moltmacchinao caldo ma per fortuna ci sono i ragazzi della protezione civile che danno una mano ad appendere tutte le bandierine ed alla fine lo stand è accogliente

stand 1

stand 3

ed ecco arrivare la prima invitata! titty prima arrivata

inizia la festa ed è un susseguirsi di saluti, risate, coinvolgimento di pubblico per lo sferruzzo delle bandierine, distribuzione di gadget e del regalo un pregiato gomitolo Rowan offerto dal nostro sponsor, insomma una vera baraonda che termina con la foto di rito rigorosamente di 3/4

la loggia il venerdì 2

Ci si ristora con una bella cenetta e poi tutte a nanna pronte per il sabato dove ci raggiungono altre amiche un pò da tutta Italia  e iniziamo a sferruzzre tutte insieme

lo sferrruzzo 8     lo sferruzzo 7    lo sferruzzo 5

ed ecco che è arrivato il momento di salire sul palco per fare il verso del tacchino e rispondere alle domande “dell’irriverente” Sinibaldi

sinibaldi e la loggia

Ora ci si può rilassare con uno swap in abergo di quelli memorabili in cui si narra di persone sdraiate sulle matasse e di altre che dopo aver giurato di non portare a casa nulla in un impeto di generosità adottano rocche pregiate.

E’ ora di mangiare tutte a cena e poi due salti sotto il palco (alcune!)

cena sabato 1 cena sabato 2

Domenica è il giorno di chiusura e alcune già ci salutano e si dirigono verso casa ascoltandoci in radio

Intanto la Tacchinite si è diffusa e tra il pubblico si vedono altre sferruzzatrici

la redazione sferruzzante

Ore 10.50 è il nostro momento dobbiamo risalire sul palco per l’intervista che ci fa Elena del Drago (brava simpatica sferruzzatrice anche lei arrivata da Roma direttamente con i ferri)

Da casa e sui mezzi le altre Tacchine fanno il tifo per noi.

Sale la tensione saliamo gli scalini e ci sediamo per far vedere la nostra “arte”

sul palco 2sul palco 3sul palco 4

Ci si arrabatta nelle risposte. Ma anche questa è fatta!

Allo stand molti spettatori vengono a chiedere cosa stavamo sferruzzando colpisce soprattutto la “nuvola” bianca di Francesca:

Da casa arrivano i primi positivi commenti (sono amiche mica per niente)

Ormai siamo famose e facciamo le foto con il nostro collega 🙂 con Ivano Marescotti

marescotti e il tacchino

Concludiamo come per l’inizio con i ragazzi della protezione civile che ci chiedono di provare a fare la maglia ( troppo avanti!)

protezione4       protezione3

Stanche si smonta, ma si è molto felici e grate di tutto ciò che in queste giornate è accaduto!

Pronte per la nuova avventura

Annunci

Le bandierine a maglia

Per la festa del 5-6-7 giugno saranno realizzate delle bandierine a maglia

Ecco come fare:

Occorrente:
Bravo (Schachenmayr) colori: giallo, rosso, bordeaux, verde, blu
ferri 4,5 mm
Istruzioni:
Montare due maglie e lavorare a dritto i primi tre ferri
Al ferro 4 iniziare gli aumenti laterali (aumento davanti-dietro) a destra e a sinistra.
Ripetere gli aumenti laterali ogni 4 ferri e continuare a lavorare a dritto fino a che la bandierina non avrà raggiunto un’altezza di circa 24 cm (circa 44 maglie).
Chiudere in maniera elastica e nascondere le codine di filato.